Come curare il proprio tattoo

Come curare il proprio tattoo

Ovvero, come comportarsi dopo essersi fatti fare un nuovo tattoo?

Noi del Black Jack Tattoo consigliamo la Easy Tattoo Cream!

È, ed a ragione, una delle domande più frequenti che fanno i clienti che vengono a chiedere informazioni sul primo tattoo, o subito dopo averlo fatto: ed adesso, cosa devo fare perché non si rovini? Ecco, quindi, un breve vademecum su come trattare nel modo più corretto il vostro pezzo…

Una volta tornati a casa, togliete la copertura, risciacquate con acqua tiepida e sapone e lasciate il tattoo scoperto. Ricopritelo durante la notte per evitare che, spurgando, vi sporchi vestiti e lenzuola. Al mattino, risciacquate e lasciate scoperto. Dalla sera successiva, non appena la pelle comincia a ‘tirare’, mettete sul tattoo un sottile strato di crema, continuando per una decina di giorni tre volte al giorno. Nel caso in cui la zona del tatuaggio si gonfiasse, non preoccupatevi: è pur sempre una sorta di ‘ferita’ che deve guarire. Come non preoccupatevi se, durante la doccia, vedrete staccarsi dei piccoli pezzi di colore… si tratta semplicemente di colore superficiale.

IMPORTANTISSIMO! Non grattate per nessun motivo il tattoo: se si staccano le croste, rimarrà il buco. E ricordate, soprattutto, che questi dieci giorni saranno gli unici nei quali il vostro pezzo si possa rovinare… quindi, prestatevi molta attenzione! Noi al Black Jack Tattoo utilizziamo, e proponiamo, Easy Tattoo Cream, una crema a base di Pantenolo che riduce pruriti ed irritazioni e che non unge gli abiti.

Si SCONSIGLIANO vivamente l’esposizione diretta e prolungata alla luce solare per le due settimane successive al tattoo, le lampade solari ed i bagni in piscina, che ne potrebbero compromettere la guarigione.

TATTOO & SPORT. Qualora siate degli atleti e non possiate assolutamente interrompere i vostri allenamenti, il consiglio è quello di applicare la Easy Tattoo Cream prima dell’attività e coprire il tatuaggio, premunendovi di riutilizzare la crema, dopo la doccia, lasciandolo questa volta respirare una volta terminata la sezione di training o la gara.

Aggiungi commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati con *