Ma quanto contano le dimensioni?

Ma quanto contano le dimensioni?

Innanzitutto sfatiamo un mito: se la vostra ragazza o vostra moglie vi dicono che non contano, vi stanno prendendo per il culo. Ma è anche vero il motto secondo cui l’è mejo picolo e sugatolòn che longo e pencolòn (meglio piccolo e giocattolone che lungo e penzolante, suppergiù!). Sta di fatto che seppur le dimensioni non rappresentino sempre l’unica discriminante, o non necessariamente la più importante, è pur vero che sì, le dimensioni contano in molti aspetti della nostra vita.

Certo, anche nel mondo dei tatuaggi, dove, però, le dimensioni non sono l’unico metro per definire il costo di un pezzo… Perché? Perché una croce solo linea di una spanna non può certo costare come un leone realistico di una spanna… Perché in una spanna ci potreste voler mettere dieci stelline o la nonna di Cappuccetto Rosso che pratica del fisting con SpongeBob e Vegeta… Perché se vai da un concessionario non chiedi quanto costi una macchina grande così… Perché se vai da un gioielliere non chiedi quanto costi una pietra grande così… Andiamo avanti così? No, dai.

E quindi? Beh, sarebbe notevolmente meglio comunicare per prima cosa il soggetto che vorreste tatuarvi… le dimensioni, quelle verranno poi…

Ah, per la cronaca, il nostro shop manager imbruttito accanto alla scrivania ha una mazza da baseball lunga così… Come lunga quanto… lunga così!

Photo: facciabuco.com

Aggiungi commento

La tua e-mail non sarà pubblicata. I campi richiesti sono contrassegnati con *